CERRO – Quercus cerris

Grande albero dal portamento eretto con apparato radicale a fittone potente e profondo. Può superare i 30 metri di altezza. È la specie di quercia più diffusa in Italia insieme alla roverella grazie alla sua adattabilità a una moltitudine di condizioni pedoclimatiche e ambientali.

È l’unica quercia autoctona che non viene attaccata dall’oidio. Si adatta ai terreni più argillosi e cresce bene sia in pianura che in collina e bassa montagna.